CASO SOLARO, ALG: “BATTAGLIA CONTRO I LICENZIAMENTI FACILI”

typewriter-1161519_1920Oltre un mese è passato dal licenziamento di Alba Solaro, caporedattore di Hearst Marie Claire che l’azienda, con l’avallo del direttore, ha deciso di espellere senza possibilità di appello malgrado l’opposizione della redazione, del Cdr e del sindacato tutto.

Ma la battaglia non si ferma. L’Associazione Lombarda dei Giornalisti si impegna a portare alla conferenza nazionale di CDR il tema dell’uso strumentale dei licenziamenti “facili” dei giornalisti. La possibilità, data dalle norme vigenti, di licenziare per giustificato motivo oggettivo senza la possibilità di reintegro, quando viene applicata alla categoria, come nel caso Solaro, rende ricattabili i giornalisti “scomodi” minando alle fondamenta la libertà di stampa e, soprattutto, il diritto all’informazione dei cittadini italiani.

Proseguendo nella mobilitazione della categoria  l’Associazione Lombarda dei Giornalisti invita i CDR a promuovere nelle redazioni assemblee sul caso Solaro e a non abbandonare il dibattito per arrivare a una posizione comune ed elaborare un documento da portare negli organismi di categoria, compresa la Commissione Contratto cui spetterà un compito di impulso sulla prossima rinnovazione contrattuale. È infatti necessario, oltre che stimolare la politica ad elaborare una legislazione a tutela del settore, compresi maggiori limiti ai “licenziamenti facili”, aprire un confronto con gli editori più responsabili su questo pericoloso precedente e sul tema stesso della licenziabilità dei giornalisti italiani.